Alberto Mariani suona la carica: «Torniamo alla vittoria»

Obiettivo chiaro in casa Athletic Club
Obiettivo chiaro in casa Athletic Club
- 6625 letture

Tornare alla vittoria: sarà questo l'imperativo in casa Athletic Club per le ultime due giornate di campionato. Dopo un girone d'andata molto promettente, qualcosa si è inceppato e la squadra ha iniziato a perdere terreno rispetto alle migliori, ritrovandosi ad oggi tagliata fuori dalla griglia playoff. Le speranze, seppur flebili, ci sono ancora ma quello che vuole anche mister Alberto Mariani è soprattutto uno scatto d'orgoglio da parte della propria squadra, rispetto alla "quasi-apatia" dell'ultimo periodo.

«Sarebbe importante tornare a fare 3 punti - commenta il tecnico albarino - prima di tutto per noi, visto che la vittoria ci manca da troppo tempo, e poi perché ci permetterebbe di restare alla finestra a vedere cosa succederà sugli altri campi. Sappiamo benissimo che le nostre speranze sono ormai ridotte al lumicino, ma dobbiamo fare di tutto per chiudere nel migliore dei modi la stagione. A prescindere dal traguardo playoff. Tutto questo, con un occhio di riguarda per l'impegno della nostra Juniores che sabato giocherà la sua semifinale».

Un girone d'andata pieno di soddisfazioni e di speranze, chiuso addirittura al secondo posto dietro al Molassana, poi... cos'è successo? «E' stato un girone di ritorno stranissimo, nel quale non siamo più riusciti a vincere. Abbiamo avuto tantissime difficoltà: alcune partenze importanti come quelle di Boasi e Marraffa, tanti infortuni fra cui anche 5 crociati, alcuni episodi arbitrali sfavorevoli ma anche diversi errori tutti nostri. Penso al 3-3 contro il San Desiderio o il rigore del possibile 2-1 sbagliato all'ultimo secondo contro il San Cipriano. Sono già due partite nelle quali hai raccolto due punti ma potevi portarne a casa tranquillamente 6. Credo che alla fine siamo tutti corresponsabili in questa situazione, io per primo. Se vogliamo però vedere il lato positivo in tutto questo, possiamo dire che hanno giocato molti ragazzi del nostro settore giovanile e, visto qual è la politica della nostra società, questo è stato comunque molto importante per noi».

Classifica alla mano, le vostre chance di playoff non sono del tutto sfumate, anche se ci vorrebbe una vera impresa. E' già tempo di programmare l'anno prossimo? «Adesso pensiamo a chiudere al meglio l'annata - conclude Mariani - poi sicuramente dovremo prepararci ad un'estate di cambiamento, del tutto differente rispetto alle ultime due sessioni di mercato estive, nelle quali mettevamo a segno appena un paio di colpi. Purtroppo, vuoi per ragioni d'età, vuoi per ragioni di lavoro, usciranno giocatori importanti e sono sicuro che il nostro diesse si stia preparando ad un mercato decisamente più intenso. Senza contare, poi, che dopo un ciclo di 4/5 anni si creano delle dinamiche all'interno dello spogliatoio che possono portare la squadra a non rendere più al meglio». 

Marco Innocenti